Sabato 20 luglio a Pontremoli è stato un  gran giorno per la letteratura granata. 

dal nostro inviato: Massimiliano Romiti 

 

 

 

  

 

 

Don Aldo Rabino e Beppe Gandolfo con il loro libro "Il mio Toro – la mia
missione", edito da Priuli & Verlucca, sono stati insigniti del premio
selezione Bancarella dello Sport, risultando quindi ammessi tra i 6 libri
finalisti  del prestigioso riconoscimento su ben 90 scritti candidati.


Presentava la storica manifestazione il giornalista Paolo Liguori ed erano presenti altre grandi firme del giornalismo sportivo italiano quali Marco
Civoli, Fabio Caressa e Marino Bartoletti come autori ovvero rappresentanti di scrittori non presenti, quali, ad esempio, il mitico dott. Costa della MotoGP il quale era assente per impegni professionali a Laguna Seca e si presentava al premio come autore a sua volta di un bel libro dedicato a Marco Simoncelli.

 

 


In finale il nostro Don Aldo si è classificato quinto a pari merito mentre il primo posto assoluto è andato al piu’ giovane dei concorrenti, Andrea
Schiavon, giornalista di Tuttosport, che ha dedicato il suo libro alla storia di un atleta olimpico scampato al campo di sterminio nazista di Bergen Belsen.
Essere lì però era già una grande vittoria e d’altronde il libro, che mi
auguro tutti abbiate già letto, lo meritava veramente.
Davvero una bella serata di sport e di passione dove, tramite il
sottoscritto e Massimo Capirossi, presenti in platea, ha partecipato anche
ToroMio che non poteva davvero mancare ad un simile evento.


E non eravamo soli ma bensì insieme a molti altri tifosi granata la cui presenza in Lunigiana è, peraltro e per quanto strano possa sembrare,
storicamente assai rilevante. Nei dintorni consiglio a tutti, ad esempio, di andare a mangiare al
"Lardarium" di Colonnata, esercizio dove, tra i marmi bianchi delle cave di Carrara, sventola alto il vessillo granata. Così, tanto per farvi un’idea di uno dei posti improbabili dove si annida,
lungo lo stivale, la formidabile passione per il Toro. Morale della storia e di questo mio breve articolo?
Come segnato nella dedica che mi sono fatto lasciare per ricordo dal nostro fenomenale Don Aldo da "Il mio Toro" a ToroMio il passo è davvero breve.
Quindi forza, avanti tutti insieme per realizzare il nostro sogno.

 

 

 


Se qualcuno volesse acquistare il libro (15 Euro) e non sapesse come fare può anche rivolgersi a ToroMio che è in contatto con l’associazione OASI di don Aldo inviando una mail di richiesta alla segreteria e vedremo di fare in modo di procurarvelo (gran parte dei proventi vanno a beneficio delle iniziative missionarie del Don) o di fornirvi le debite indicazioni per  acquistarlo.
Buona estate a tutti dal Vostro inviato ToroMio alla rocca di Pontremoli.
                                                                             

                                    Massimiliano  Romiti 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.