Grazie ragazzi comunque per gli ultimi sei mesi dove chi ha giocato ha dimostrato di essere da Toro come da tanto tempo non si vedeva. Adesso si riparte, ognuno con il proprio compito guardando avanti e senza rivedere criticamente il recente passato: quello lo abbiamo già analizzato più e più volte, nei forum, nei commenti, su facebook. Non perdiamo tempo in analisi che già conosciamo e guardiamo avanti.  

Cairo e Petrachi per la gestione della squadra dovranno utilizzare il “piano b” forse senza fare una nuova rivoluzione ma tenendo molto del buono fatto negli ultimi mesi a partire dal team manager Giacomo Ferri che sicuramente ha contribuito alla rinascita della mentalità “toro” senza apparire troppo e ai giovani inseriti. Anche il settore giovanile nonostante tutto sta dando segnali di risveglio e quindi auguriamoci che così continui migliorando soprattutto la gestione dei ragazzi  cresciuti nel vivaio (ovvero senza regalarli in giro).  Saranno tanto le scelte da fare, ci saranno tanti i ritorni dei prestiti da smaltire dopo aver visto tante nuove forze farsi avanti prepotentemente. I tifosi ricompattati con la società e con la squadra dovranno sostenere il tutto e forse buttare giù inevitabilmente ancora qualche boccone amaro dovuto a qualche perdita eccellente a cui ci siamo affezionati. Anche noi di toromio.net dovremmo ancora di più provare a contarci e sapere quanto valiamo, per tentare ed essere sempre più pronti ad entrare nella società per dare continuità, tradizione e crescita continua alla squadra. Forse inizieranno anche trattative importanti che ci daranno spinte di crescita significative. Tutti dovremmo lottare su ogni opportunità che ci verrà presentata, fare delle scelte e agire di conseguenza. Infine il Torino Fc dovrebbe incominciare anche a radicarsi sul territorio facendo dimenticare di essere una scatola vuota cercando di essere più vicino alla città.

Luciano Cavagnero 
 
14 giugno 2010     
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.