Nella  città TORINESE il gioco del calcio arriva sul finire dell’Ottocento, portato dall’iniziativa di industriali svizzeri e inglesi. Già nel 1887 nel capoluogo piemontese la compagine calcistica rosso-nera dell’Internazionale Torino, presieduta dal Duca degli Abruzzi, svolge la sua attività sportiva, insieme alla squadra dei Nobili Torino in divisa giallo-nera; nel 1894 in città le squadre diventano tre, con la fondazione del Football Club Torinese.

 

Il Nobili Torino è stata una società calcistica italiana, con sede a Torino.
Il Nobili Torino venne fondato per volontà di Luigi Amedeo di Savoia-Aosta, futuro duca degli Abruzzi, nel 1889, che ebbe possibilità di conoscere il football in America durante un viaggio a bordo dell’Amerigo Vespucci, nave su cui era imbarcato come guardiamarina. Per fondazione risulta la seconda squadra più antica d’Italia, successiva solo al Football & Cricket Club Torino, nato nel 1887.
Era formata rappresentanti della nobiltà cittadina, guidati dal già citato Luigi Amedeo di Savoia-Aosta e da Alfonso Ferrero di Ventimiglia.
L’attività calcistica era limitata a derby ante-litteram contro il Football & Cricket Club Torino.
Nel 1891 si fuse con il Football & Cricket Club Torino per dare vita all’Internazionale Torino, di cui Luigi Amedeo di Savoia-Aosta divenne presidente.
 
Il Football Club Torinese fu una squadra di calcio fondata nel 1894 a Torino.
Fu tra i club più forti d’Italia ai tempi del calcio pionieristico e partecipò al primo campionato italiano; per l’occasione vestì una divisa a strisce verticali oro-nere voluta dal marchese Ferrero di Ventimiglia, maglia che fu poi sempre mantenuta.
Nel 1900 assorbì un altro importante club della città, l’Internazionale Torino fondato nel 1891; il 3 dicembre 1906, accolse un gruppo di dissidenti dalla Juventus, capitanati da Alfredo Dick, per dare vita al Torino FC.
Per diversi anni vi militò come calciatore il futuro commissario tecnico della nazionale Vittorio Pozzo.
L’Internazionale Torino o International Foot-Ball Club Torino è stata una squadra di calcio la cui fondazione è avvenuta a Torino nel 1891.
Fusione di due antichissime squadre La squadra fu fondata raccogliendo giocatori e dirigenti del Football & Cricket Club Torino di Edoardo Bosio e dei Nobili Torino,la prima nata nel 1887 e la seconda nel 1889. Quest’ultimo gruppo raccoglieva giovani di alto lignaggio della nobiltà torinese, capeggiati dal Duca degli Abruzzi, che divenne presidente della nuova società.
Tra i fondatori anche Herbert Kilpin, pioniere del calcio in Italia, che in seguito fonderà a Milano il Milan Cricket and Football Club.
La prima casacca adottata fu di colore granata, ispirata alla divisa maroon dello Sheffield FC, che è considerato il più antico club di calcio al mondo. Il granata fu abbandonato, ma diede probabilmente origine, anni dopo, ai colori sociali del Torino.
La prima partita amichevole del calcio italiano, ufficialmente registrata, viene giocata da una rappresantiva torinese formata da giocatori dell’Internazionale Torino, del F.C. Torinese e dal genoano Fausto Ghigliotti, contro il Genoa, il 6 gennaio 1898, sul campo di Ponte Carrega a Genova. Vinse la rappresentativa torinese per uno a zero con rete del marchese Savage davanti a 212 spettatori per un incasso netto di 284 lire e 50 centesimi.
La rivalità continuò per anni in quanto l’Internazionale partecipò al primo campionato di calcio italiano perdendo la finale ai tempi supplementari contro lo stesso Genoa, mentre al successivo campionato si ripeté ancora la stessa finale, ancora con la sconfitta dell’Internazionale di stretta misura.
Per l’occasione la squadra aveva una divisa a strisce verticali giallo-nere, con ogni probabilità prestatale dai cugini della F.C. Torinese, ed era capitanata da Savage.
La fusione con l’FC Torinese A causa di una crisi finanziara il club nel 1900 venne assorbito dal F.C. Torinese.
La fusione con l’Internazionale Torino risultò decisiva in quanto grazie all’apporto di molti ex-bianconeri, il nuovo Football Club Torinese arrivò a giocare la finale del Campionato di calcio italiano nel 1900.
 

Fonte: Quotidiano Torinista

21 settembre 2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.