Skip to Content

ToroMio, l’impegno paga: prime avvisaglie di legge sull’azionariato popolare

L’associazione ToroMio è stata convocata in commissione parlamentare a Roma il 20 aprile prossimo, ad un audizione informale per esprimere pareri tecnici nell’ambito dell’esame delle proposte di legge in materia di proprietà e organizzazione delle società sportive professionistiche (C. 2202 Attaguile, C. 2707 Coccia e C. 4029 Brignone).

In quella sede i rappresentanti dell’Associazione si esprimeranno sul disegno di legge già a loro inviato nella bozza, si confronteranno con i deputati proponenti, e presenteranno l’articolato di legge prodotto e pubblicato da due mesi cica sul sito www.toromio.net, al fine di individuare nello stesso eventuali indicazioni migliorative, se necessarie, delle proposte in essere.

ToroMio ha lavorato intensamente in questi ultimi due anni per analizzare le normative vigenti e gli aspetti costituzionali Italiani, in modo da produrre una proposta di legge sull’Azionariato Popolare, che non risulti in conflitto con esse e che consenta di avviare il percorso di avvicinamento ai più moderni ed avanzati sistemi di conduzione delle società di calcio europee e mondiali, quali quelle della Bundesliga, le spagnole del Barcellona, dell’Athletic Bilbao, le argentine del River Plate.

Questa convocazione è stata accolta dall’Associazione con grande gioia, non tanto per l’attenzione che le viene concessa e la competenza che le è stata riconosciuta,  ma perché rappresenta un segnale tangibile per tutti i tifosi Italiani che finalmente la politica, malgrado i suoi difetti cronici, sembra comunque finalmente muoversi verso la strada giusta almeno in questo settore.

Guido Regis