Skip to Content

Il Toro siamo Noi

 

La nostra voglia di partecipazione pensiamo sia condivisibile con tutti i tifosi di calcio e dove si differenzia è come raggiungere questo obbiettivo perchè ogni realtà è diversa da società a società. Dopo tante analisi, noi di ToroMio, ci siamo convinti che probabilmente quello dell'azionariato diffuso è il miglior modo di tentare di recuperare il terreno perso e metterci a pari passo con le più avanzate società di calcio mondiali  senza attendere inutilmente il grande imprenditore che probabilmente non arriverà mai soprattutto perché, se esistesse, sarebbe dissuaso dai poteri forti economici della nostra città. Ci auguriamo così di diventare tanti piccoli azionisti e sarà difficile, a quel punto, dissuaderci tutti quanti anche perché dei piccoli azionisti non gliene importa nessuno e soprattutto non fanno paura. Ebbene sì, è una sfida. E’ una sfida prima di tutto con noi stessi, alla ricerca del coraggio e della determinazione, con tanta voglia di ribellarsi ai giochi di potere dati per scontati. Questa è una opportunità, forse l’ultima, per reagire con tutto l’orgoglio che ci contraddistingue.  E’ anche una sfida al sito www.squadramia.it simpaticamente sportiva dove gli azionisti popolari (vedi Azionariato reale diffuso e Azionariato popolare) sono riusciti ad essere oltre 30.000 per una squadra di serie D: noi del Toro vogliamo essere da meno anche se questo progetto prevede di essere dei veri azionisti? Se così fosse, ovvero perdessimo questa sfida, allora noi tifosi non abbiamo più scuse e sarà giusto essere condannati a cadere lentamente nell’oblio della leggenda come sta succedendo ormai da oltre 40 anni. Se invece reagiremo e  riusciremo a vincere questa sfida che è soprattutto con noi stessi, potremo far rivivere al Toro un altro periodo di soddisfazioni: l’importante è tentare, non mollare anche di fronte alle evidenze dei fatti. Ce lo auguriamo per il bene dello sport della nostra Città, della nostra Regione e del nostro Paese per una rinnovata dialettica sportiva ed una vera competizione anche economica che potrà rendere la vita di Torino, del Piemonte, dell’Italia più libera e quindi più ricca di idee e di attività.
L'obiettivo principale in questo momento è quindi quello di contarci rispondendo alla domanda quanti siamo e di provare a rispondere ad una seconda domanda: quanto valiamo.
Ancora due parole sul sito che è alla seconda edizione dopo l’attacco di hackers del mese di marzo 2010. E’ ancora un cantiere aperto sempre in evoluzione. E' possibile scaricare il libro che ha dato inizio a questo progetto “Se vogliamo, possiamo” ed stato messo on line la presentazione che alcuni di noi utilizzano presso i club (presentazione in PDF del pregetto in INFORMAZIONI). 
Infine ToroMio è anche su Facebook http://www.facebook.com/group.php?gid=287236237400
E ' a disposizione un numero per richiedere ulteriori informazioni: 327.4761123.
 
La Consulta ToroMio, laboratorio di idee dell'associazione