IDEE DA TOROMIO

 

In un’ottica di aiuto alla società Torino FC o anche ad altre realtà granata, l’invito quindi e’ quello di mettersi insieme per far sì che si moltiplichino sinergie utili allo sviluppo di un ambiente granata sempre piu’ costruttivo.

In questo senso l’indicazione dei nomi nel documento e qui nell’allegato costituisce la testimonianza che ToroMio ha già mosso alcune persone e allo stesso modo speriamo arrivi a muoverne ancora molte altre.

Quindi, di seguito, elenchiamo una serie di idee che ben potrebbero vedere protagonisti, ce lo augureremmo proprio, anche coloro che stanno ora leggendo queste pagine.

A) ALTRI POSSIBILI POOL DOPO QUELLO SANITARIO

ToroMio è già in grado di replicare l’organizzazione di modelli di questo tipo in quanto nell’associazione sono già presenti alcuni dei possibili componenti e promotori di tali pool ed altri come si auspica, lungo il cammino, potrebbero aggiungersene: qui di seguito alcuni esempi.

  Un Pool di Giuristi ( Avvocati e Notai): l’avvocato Massimiliano Romiti, oltre ad essere vicepresidente di Toro Mio, è anche presidente del Toro Club “Giuristi Granata”, altro sotto-gruppo che potrebbe offrire un immediato ed efficace “trait d’union” per servizi di tipo legale.

  Un Pool di educatori e formatori scolastici : in questo caso il grande riferimento già presente è la dott.ssa Sabrina Gonzatto, non solo scrittrice e giornalista affermata, ma professionista accreditata a livello nazionale nel mondo della formazione scolastica ed universitaria e già autrice di molteplici progetti. 

  Un Pool di Psicologi-Psicoterapeuti: prime componenti di questo potrebbero essere ad esempio la Dott. Alessandra Coco e la Dott. Raffaella Monti, psicologhe e psicoterapeute associate a ToroMio, le quali svolgono presso il loro studio consulenza e trattamento psicologico ad orientamento cognitivo e psicodinamico collegato all’attività sportiva. In particolare si occupano della gestione dello stress e del controllo dell’ansia da prestazione legati all’attività agonistica e della terapia dei disturbi post traumatici a seguito di gravi infortuni sportivi anche mediante l’EMDR ed il Training Autogeno. L’EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing) è una tecnica di desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari per il trattamento del trauma psichico, dei ricordi traumatici e delle esperienze stressanti. Si basa su un processo neurofisiologico naturale, legato all’elaborazione accelerata dell’informazione che, mediante la stimolazione bilaterale ritmica, consente di accedere al ricordo, di neutralizzare emozioni, pensieri e reazioni neurofisiologiche disfunzionali e di integrare l’evento all’interno di schemi emotivi e cognitivi adattativi. Il Training Autogeno è una tecnica di rilassamento basata sull’apprendimento graduale di una serie di esercizi di concentrazione psichica passiva, finalizzati alla realizzazione di modificazioni del tono muscolare, della funzionalità vascolare, dall’attività cardiaca e polmonare, dell’equilibrio neurovegetativo e dello stato di coscienza. Il Pool Psicologico ad oggi potrebbe ad esempio offrire alla Società Torino FC, ai Piccoli Amici del Torino FC ed alle loro famiglie 1 o 2 colloqui di consulenza gratuiti, finalizzati ad un inquadramento diagnostico e, se necessario, all’individuazione di un possibile percorso terapeutico. Altri progetti potrebbero essere sviluppati su impulso ed indicazione della società o di altre realtà granata.

E poi un Pool di commercialisti e revisori (socio storico dell’associazione ToroMio è il dott. Roberto Dosio), un Pool di esperti in materia assicurativa, un Pool di immobiliaristi (con possibilità di reperire edifici da destinare ai calciatori sia della prima squadra sia delle giovanili), un Pool di albergatori, un Pool di imprenditori costruttori, un Pool di produttori eno-gastronomici del territorio.  E su questi modelli gli esempi potrebbero moltiplicarsi a tutto vantaggio dell’acquisizione di sostegni impensabili, nel momento in cui si arrivasse a concepire il Torino FC come l’espressione di vertice di una ben più ampia base dalla quale trarre la propria energia costruttiva.  Tanto vale per la società così come per qualsiasi altra realtà granata meritevole di sostegno.

B)  RICERCA SPONSOR DI SECONDO-TERZO LIVELLO SU MANDATO DEL TORINO FC O DI ALTRE REALTA’ GRANATA

Uno dei possibili sbocchi del volume di contatti che la nostra associazione ambisce a sviluppare sul territorio potrebbe ben essere la ricerca di sponsorizzazioni per la società o per altre significative realtà granata, al fine di allargare un campo di ricerca senz’altro di primo interesse per il Torino FC ma non solo. La costruzione di una rete commerciale granata di supporto alla società e  ben radicata sul territorio, creerebbe un insieme di interlocutori ampio al quale rivolgersi per sostentare con la sponsorizzazione anche singoli particolari progetti di comune interesse per i tifosi del Toro che sarebbero senz’altro apprezzati da tutto l’ambiente (magari, tra gli altri possibili, quelli mirati allo sviluppo del settore giovanile ad esempio).

C) VALORIZZAZIONE DELLO STADIO OLIMPICO

Sarebbe importante che ogni possibile sfruttamento degli aspetti commerciali legati allo Stadio Olimpico avvenisse sotto la supervisione di realtà indiscutibilmente legate alla squadra e che non si parlasse più, come nel recente passato, di società rientranti nell’orbita dell’altra squadra di Torino oppure esterne alla città. Questo discorso viaggia certo di pari passo con le delicate scelte che in proposito il Torino FC deve operare d’intesa con il Comune, ma a ToroMio interesserebbe proporsi come interlocutore in ausilio ai ragionamenti in merito, operati e operandi, da parte della società granata. Non parliamo del Filadelfia perché in questo momento l’interlocutore in merito esiste, la Fondazione Filadelfia, che sinceramente non possiamo che sperare riesca a portare a compimento l’opera insieme alla società.

D) UN’IDEA STILE “MONDO GRANATA SPA”: IL FOTOVOLTAICO ALLO STADIO

Proprio in merito all’impianto ove attualmente gioca il Torino FC possiamo riferire che alcuni contatti commerciali di ToroMio si sarebbero offerti di studiare un progetto per rivestire la copertura di uno stadio come l’Olimpico di pannelli fotovoltaici. E’ stato riferito un certo ritorno economico dall’operazione dati gli incentivi, la superficie utile ed il costante aumento dei costi legati all’energia.  Certo per opere di questo tipo occorre anzitutto uno stadio di proprietà (non necessariamente ma sarebbe meglio) ma l’idea, per così dire, più avanzata di ToroMio consiste in prospettiva nell’intenzione di creare innumerevoli realtà che “creino valore” per il Torino FC anche se non legate direttamente alla realtà sportiva ma che diventino, proprio per tale realtà, nel tempo, una fenomenale risorsa di sostegno alla sua crescita.

E) UN’ALTRA IDEA STILE “MONDO GRANATA SPA”: FARE INSIEME IMPRESA RICORDANDOSI DEL TORO

Ed in coerenza con quanto sopra, nella nostra associazione, partendo da un’appartenenza granata, qualcuno ha cominciato concretamente a parlare del proposito di stanziare una piccola parte degli utili di una società commerciale per costituire un fondo da destinare alle iniziative che avete letto in questo documento. Per dare gambe alla propria passione ci verrebbe da dire…Vi terremo aggiornati sugli sviluppi. E’ un’altra idea da ToroMio.

*** * ***

Come si puo’ facilmente capire gli esempi potrebbero ancora moltiplicarsi e molti degli spunti sopra descritti sono o saranno coltivati anche da altre realtà granata e noi non possiamo che auspicarlo, ferma restando però l’idea di realizzare insieme quel tipo di Toro di cui sia parla nel documento.

Infatti quello che  si è proposto ToroMio fin dall’origine è di cominciare a costruire davvero un Toro fatto, almeno in parte, della sua gente e dalla sua gente.

La nostra conta ha superato la soglia dei 500 aderenti all’iniziativa per promuovere un progetto di azionariato…ma sono ancora troppo pochi per una simile ambizione. Ci occorre ancora molto aiuto.

E’ importante continuare nell’adesione/censimento che puo’ effettuarsi in forma cartacea o piu’ comodamente sul sito. E’ una cosa non vincolante ma cerchiamo comunque persone che siano serie nella dichiarazione del loro sostegno per quanto si sentono di dare liberamente perché contiamo che arrivi, prima o poi, il giorno della verifica effettiva degli intenti espressi.

Aderire non costa nulla e mai ToroMio chiederà denaro prima di avere un progetto serio e concreto da proporre ai propri aderenti.  I nostri propositi li avete appena letti nel documento e speriamo Vi siano chiari.

Aderire a ToroMio vuol dire anzitutto condividerne gli intenti e questo è già importante per contare le persone interessate a costruire una realtà così. E badate bene: che ci voglia molto tempo è scontato ma non deve essere la scusa per tirarsi indietro. Avete letto il documento? Volete che si realizzino i suoi contenuti?  “Se vogliamo possiamo!” è non a caso il nostro slogan che ha portato molto bene anche al Toro, di recente.

Poi, per capire su quali risorse economiche si potrebbe contare per realizzare i progetti del documento, bisogna anche sapere quanto uno sarebbe disponibile ad “investire” per un nuovo modello di Toro.

Piccole disponibilità (tipo 100 Euro), indicano un profilo adeguato ad un progetto di azionariato popolare, disponibilità superiori ai 500 Euro un profilo da Circolo Soci, di molto superiori a tale soglia (migliaia e migliaia di euro) un profilo da investitore in una prospettiva, senz’altro, d’azionariato reale.

E allora aderite e continuate a seguirci anzitutto su …

 

www.toromio.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.