COMUNICATO STAMPA
 
Orfeo Pianelli. Il Presidente del Toro Campione
di Sabrina Gonzatto
prefazione di Paolo Pulici
Edizioni Anordest (Villorba, Treviso)
IL 7 MAGGIO IN LIBRERIA
 
 
Luciano Orfeo Pianelli: un grande industriale, un Presidente amato, un self made man; l’ uomo che osò sfidare la Juve ( e la Fiat) facendo sognare i tifosi del Toro. Un padre affettuoso per la famiglia e i suoi calciatori e l’artefice di un grande impero svanito negli anni ’80. Un uomo che un giorno scelse di comprare il Toro…e lo riportò, con denaro, pazienza e lungimiranza, allo scudetto dopo 27 anni. Questi, alcuni dei temi sviluppati da Sabrina Gonzatto in Orfeo Pianelli, il Presidente del Toro Campione.

 
Un libro dedicato a Cristina, la figlia di Pianelli, scomparsa un anno fa, il 15 maggio 2010; ma anche a Giorgio, il nipotino prediletto del Presidente. La storia dell’amicizia atipica, profonda e silenziosa tra l’autrice e Cristina attraverso ricordi personali, fatti di cronaca e di famiglia. Una conoscenza nata per caso, nell’estate del 2006 e che è continuata fino al giorno della sua scomparsa. Una promessa che l’autrice fece alla figlia del Presidente: scrivere per il padre un libro, proprio come fosse Cristina a scriverlo.
Una biografica/racconto che narra la storia di un giovane mantovano arrivato a Torino (passando per Alpignano), poco più che ragazzo, desideroso di affermarsi nella città della “grande Fiat” nel primissimo dopoguerra. La storia di un uomo, di una famiglia, di una città (Torino), di una fabbrica (la Pianelli &Traversa), di una squadra (il Toro). Partendo dalla creazione della “boita” in Via Cernaia e continuando a ridosso del ’49, la tragedia di Superga, per arrivare al boom economico, all’acquisto del Toro nel ‘63, fino alla conquista dell’ultimo scudetto del ’76. Un lungo viaggio attraversando “la Torino chic”, gli anni bui del terrorismo e del rapimento del piccolo Giorgio, fino alla vendita del Toro e al fallimento della Pianelli&Traversa e all’ultimo “autunno” nell’ esilio francese di Villefranche.
 
Tra le testimonianze raccolte nel libro, oltre ai famigliari che sono stati fondamentali nel reperimento delle informazioni, ci sono, tra le altre, quelle dei suoi calciatori: Claudio Sala, Eraldo Pecci, Renato Zaccarelli, Serino Rampanti e tanti altri. Non ultimo, Nico Traversa, figlio di Vanni, il braccio destro del Presidente che ha seguito fino alla morte, è proprio il caso di dirlo, i giocatori sia in casa che in trasferta, apportando un valore unico al sodalizio Pianelli/Traversa.
Paolo Pulici nella prefazione singolare pensata dall’autrice, “scrive” ad Orfeo – come era solito chiamarlo – una lettera. La lettera che tutti vorrebbero scrivere alle persone che tanto hanno amato ma dalle quali hanno dovuto staccarsi troppo presto.
 
Sabrina Gonzatto sceglie la strada del romanzo biografico, intrecciando ricordi, emozioni e le testimonianze dei protagonisti di quel tempo: i famigliari, i calciatori, gli amici e i soci. Un racconto che descrive un Presidente rimasto nel cuore di molti tifosi, una sorta di secondo padre per tutti i suoi giocatori; ma anche l’industriale, con il grande intuito dell’imprenditore. L’attenzione maggiore è però dedicata a Pianelli uomo: burbero e generoso, silenzioso ma anche amante del jet-set internazionale. Un uomo partito dalla provincia di Mantova che trovò la sua America a Torino.
 
Il libro ha anche un obiettivo benefico; un desiderio di Giorgio Garbero Pianelli che Sabrina Gonzatto ha accolto con piacere trasferendo alla casa editrice Edizioni Anordest, molto sensibile e attenta a questi temi, la volontà di creare in nome del Presidente, un progetto legato ai bambini di Don Aldo Rabino e della sua Associazione O.a.s.i.
 
Inoltre, per tutti gli appassionati di Toro, il libro sarà corredato di un poster da collezione che ritrae un momento importante nella storia del Toro, di Pianelli e di Pulici.
Il mito di Orfeo, sopravvive alle mode e ai tempi, prova ne è il coinvolgimento di Mario Tricarico, direttore della Anordest, una casa editrice, non di Torino, che ha da subito accolto, con raro interesse, l’invito dell’autrice. Il libro è inserito nella collana: Biografie controcorrente. Il libro è corredato da fotografie inedite.
 
Sabrina Gonzatto nata a Torino, si occupa di comunicazione e pubbliche relazioni nel mondo della formazione; giornalista e scrittrice, attualmente dirige alcuni mensili. Autrice televisiva (recentemente l’ultimo programma per RAI2) e teatrale (ultimo adattamento “L’amica delle mogli” da Luigi Pirandello), ha già editato “Ma cos’era mai questo Toro?” (2004) e “Ho Perso la Teste per Te” (2007).
 
Conferenza stampa
Giovedì 28 aprile ore 11
Ordine dei giornalisti Piemonte presso il Circolo della Stampa (Corso Stati Uniti, 27), intervengono l’autrice, Alberto Sinigaglia (Presidente ODG Piemonte), Alessandra Comazzi (segretario Stampa Subalpina).
 
Presentazione nazionale del libro
Sabato 7 maggio ore 18.30
Circolo dei Lettori (Via Bogino, 9 Torino) intervengono l’autrice, l’editore Mario Tricarico, Mario Baudino (la Stampa), Barbara Ronchi della Rocca, modera Guido Barosio (Torino Magazine e Lapresse news).
 
A seguire alcuni appuntamenti in città:
 
1) Domenica 8 maggio, ore 15, presso il Centro Incontri della Regione Piemonte di Corso Stati Uniti 23 a Torino. Dove saranno presenti Mario Tricarico di Edizioni Anordest e Giorgio Garbero Pianelli.
 
2) Sabato 14 maggio ore 17,30, Libreria Coop, Piazza Castello, 113 Torino. Presenti l’autrice e l’editore Mario Tricarico
 
3) Lunedì 16 maggio, ore 19, presso il Salone del Libro di Torino (sala Rossa), organizzato da Giulio Graglia per Lingua Doc, nell’ambito del convegno “la storia del calcio in Piemonte” per i festeggiamenti di Italia 150°. Conduce Fabrizio Turco.
 
4) Giovedì 19 maggio ore 17,30, presso il Cit Turin, corso Ferrucci 63/A a Torino. Incontro organizzato da Angelo Frau e Lucio Stella dove saranno presenti alcuni dei protagonisti del libro.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.