Ci risiamo

Ci risiamo: queste situazioni permangono perché sono interessati tutti a partire dai dirigenti delle federazioni. Eliminazioni delle scommesse e l’affidamento della gestione dei club ai tifosi probabilmente risolvono il problema.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/05/19/calcioscommesse-50-arresti-truccavano-partite-di-lega-pro-e-lega-d/1696752/ 

Intransigenti contro la violenza e il vandalismo

                           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carissimi tutti, la seguente dichiarazione ufficiale presa dal Direttivo dell’Associazione ToroMio, scritta dal nostro Presidente Massimiliano Romiti, è per dire al maggior numero possibile dei tifosi del Torino fc che noi ci dissociamo completamente dall’atteggiamento vandalistico avuto nei confronti del pullman della Juventus. Non fa parte di chi, come noi, sta provando a creare le condizioni per partecipare alla gestione di un club calcistico: la violenza e il vandalismo sono fuori dai concetti di ToroMio. Accogliamo

Anche in Inghilterra cresce l’interesse per inserire i tifosi nella gestione dei club

Anche in Inghilterra dove i propietari dei club non sono i tifosi, incomincia diffondersi l’interesse per la partecipazione dei fans alla gestione dei club. I laburisti di sua Maestà hanno introdotto nel loro programma elettorale per le prossime elezioni la proposta di legge per la partecipazione fino al 10% dei supporters.    E’ iniziato il momento che aspettiam oda tempo per noi di ToroMio dell’aumento iperbolico dell’interesse sulle varie forme di partecipazione dei tifosi alla gestione delle società di calcio?

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/04/21/elezioni-inglesi-i-labour-vogliono-rivoluzionare-calcio-per-legge-10-dei-club-tifosi/1604650/

La figura di raccordo tra ultras e società

Questo articolo parla di una "figura" che dovrebbe fare da raccordo tra ultra e società, badate bene non tra tifosi e società, quasi ci fossero clienti di seria a, ultras,  e clienti di serie b, i restanti tifosi. Lascio al lettore le proprie considerazioni.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/03/04/rapporto-ultras-club-figura-raccordo-obbligatoria-calcio-italiano-in-ritardo/1477335/

 

 

Prima e dopo

di Luciano Cavagnero

Prima avrei voluto che i media parlassero di più di tutte le squadre di calcio e magari di tutti gli sport semplicemente per informare e non per vendere o fare audience. Tra tutte le notizie avrei voluto che parlassero anche un po’ di Torino o Toro. Adesso invece vorrei che il lavoro sottotraccia, a fari spenti, continuasse per non esporre i nostri ragazzi a palcoscenici a cui non sono abituati per fare continuare il sogno e le emozioni fino a giugno.  Comunque vada: grazie Toro!

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/03/02/emiliano-mondonico-filosofia-granata-torino-diventato-toro/1469646/

03 marzo 2015

 

 

 

Gli arbitri, questi indifesi

Uno degli obiettivi dell’azionariato popolare diffuso è l’eliminazione della violenza di qualunque tipo attraverso la responsabilizzazione dei tifosi che si prendono carico della gestione della propria società sportiva. Non si parla mai della violenza che subiscono gli arbitri settimanalmente e nessun mass media scrive degli episodi che succedono e di conseguenza non è posto il problema percui conseguentemente non si ricerca  la soluzione. Qui un raro articolo de ilfattoquotidiano. 

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/11/02/arbitro-mestiere-pericoloso-in-italia-aggressione-giorno/1183829/

 

RisorgimenToro 14 – La “contrada” granata

 

 La ragione della nostra rabbia. La ragione della nostra passione

 Sono così subentrato al fondatore del movimento, Luciano Cavagnero, che ringrazio davvero per l’ispirazione suscitata in me ed altri a appassionati granata e per la fondamentale opera svolta in questi primi 4 anni di vita di ToroMio.

Spero di esserne un degno successore. Per fortuna ToroMio potrà comunque continuare a contare su Luciano, così come su molti altri soci attivisti, da sempre vicini all’associazione e che continuano a credere che cambiare qualcosa in meglio sia sempre possibile.

Vorrei in primo luogo focalizzare la Vostra attenzione sull’importanza di quello che la nostra associazione, da oltre 4 anni, cerca di portare avanti con grande tenacia.